Spettacoli speciali passati

2020 - Ciao Aracà

Ospite nella sala Black Box: Daniel Chisholm, il regista e autore di CIAO ARACÀ

Non proiettato nel 1° semestre a causa della chiusura dovuta al Covid-19, ora riprogrammato.

ciaoaracafabioguidoinbaum131c5995e7rounded
17.09.2020, 20:00
Ciao Aracà
Germania
2019
63 min
Daniel Chisholm
OmU

Non proiettato nel 1° semestre a causa della chiusura dovuta al Covid-19, ora riprogrammato.

Ospite nella sala Black Box: Daniel Chisholm, il regista e autore di CIAO ARACÀ

Un paese rurale in Italia sta andando in rovina, ma i suoi abitanti ormai invecchiati cercano di impedirlo con coraggio mentre la nuova generazione lotta per la sopravvivenza nella piccola comunità.

Aracà, un villaggio sulle montagne liguri, è in subbuglio. I vecchi contadini e le loro famiglie devono affrontare una serie di gravi problemi. La perdita dei tradizionali metodi di coltivazione, i mercati agricoli globalizzati, l'emigrazione dei giovani e l'afflusso di estranei, che comprano gli immobili a buon prezzo. Nonostante queste sfide esistenziali affrontano il futuro con grazia, dignità, stoicismo e un astuto senso dell'umorismo.

Allo stesso tempo i loro discendenti rimasti nel luogo si danno da fare per frenare il declino dell'ambiente rurale investendo in nuovi vitigni, in nuovi attrezzi per la produzione di vino, nel ringiovanimento degli oliveti, in moderne macchine agricole e in una migliore commercializzazione dei loro prodotti. Sebbene abbiano riconosciuto che la qualità e la provenienza siano di grande importanza, le loro possibilità di farcela rimangono incerte.

CIAO ARACÀ documenta la vita dei contadini e delle loro famiglie. Con accuratezza e sensibilità il regista illustra la lotta di un piccolo comune contro l'industrializzazione e la globalizzazione senza perdere di vista i brevi momenti di sollievo che pure esistono.

2020 - IL GATTOPARDO

Lo spettacolo accompagna la maratona letteraria organizzata dall’NRW Literaturbüro e.V. (Gerhard-Hauptmann-Haus) che si svolge il 6 marzo 2020: Tommasi di Lampedusa "Il Gattopardo"

In cooperazione con la Deutsch-Italienischen-Gesellschaft  / Società Italo-Tedesca e.V. – Dante Alighieri - Düsseldorf

027292048a90rounded
08.03.2020, 16:00
Il Gattopardo
Italia/Francia
1963
180 min
Luchino Visconti
OmU

Attori: Burt Lancaster, Claudia Cardinale, Alain Delon, Paolo Stoppa e altri

Non appena pubblicato nel 1958 “Il Gattopardo” di Tomasi di Lampedusa, che descrive i rivolgimenti sociali del XIX secolo in Italia, fu immediatamente considerato un capolavoro della letteratura mondiale. Quattro anni dopo, nel 1962, Luchino Visconti basandosi sul romanzo girò un film che si annovera tra i migliori della storia del cinema. Si tratta della storia del passaggio dal potere feudale a quello borghese descritta con gli strumenti del cinema, in immagini di straordinaria magnificenza e decadente splendore.

L’anziano principe di Salina, Don Fabrizio (Burt Lancaster) vede avanzare l’erosione del potere nobiliare e si rifiuta di collaborare con il nuovo Regno d’Italia. Allo stesso tempo promuove il matrimonio di suo nipote Tancredi (Alain Delon) con Angelica (Claudia Cardinale), la figlia del sindaco. Visconti mette in scena l’incontro della nuova e della vecchia società in una grande sala da ballo con una coreografia indimenticabile.
Con simpatia e spirto critico il film accompagna l’ultima fase della vita del principe. Leggendaria è anche oggi la frase, pronunciata dal giovane Tancredi, nel romanzo e nel film, per spiegare allo zio il cambiamento in corso: “Se vogliamo che tutto rimanga come è, bisogna che tutto cambi”.
“Un toccante panorama storico e sociale di incredibile bellezza e precisione analitica” (Lexikon des Internationalen Films)

2019 - Orecchie

Ospite nella Black Box: ALESSANDRO ARONADIO con il suo film ORECCHIE

Le opere cinematografiche di Alessandro Aronadio hanno molte sfaccettature: Il doppio nei film di Cronenberg era stato il tema della tesi di laurea in psicologia di questo regista nato nel 1975. Da allora lavora come fotografo e come scrittore di successo, ma principalmente come assistente alla regia di numerosi film, fiction e documentari, sia per il cinema che per la TV.  Ha ricevuto vari premi per i propri cortometraggi e videoclip. La sua virtuosità viene a galla nei tre lungometraggi che ha girato finora: DUE VITE PER CASO approfondisce il confronto con il tema della casualità, sulle orme di Kieslowski e Tykwer. In ORECCHIE crea un nuovo linguaggio visivo in bianco e nero per il genere della commedia. Il suo terzo film DIO C’È condensa un confronto intellettuale con le religioni del mondo in una commedia all’italiana. Tutti i suoi film si occupano di questioni riguardanti l'esistenza umana, raccontate con fantasia visiva, profondità e leggerezza.

orecchie008f0d394f224rounded
31.10.2019, 20:00
Orecchie
Italia
2016
90 min
Alessandro Aronadio
OmU

Attori: Daniele Parisi, Silvia D'Amico, Rocco Papaleo, Pamela Villoresi, Ivan Franek, Piera Degli Esposti, Milena Vukotic, Paolo Giovannucci, Andrea Purgatori, Massimo Wertmüller, Francesca Antonelli, Niccolò Senni, Masaria Colucci, Silvana Bosi, Sonia Gessner

Girata in bianco e nero, questa commedia tratta quasi accidentalmente questioni esistenziali in una sequenza di situazioni spassose, curiose e assurde. Una fotografia severa e una composizione scenica quasi accademica creano un quadro di contrasto che ne sottolinea la serietà.

Un uomo si sveglia un mattino con un fischio nell'orecchio... che non lo lascia in pace per tutto il film. Sul frigorifero trova un foglietto "Il tuo amico Luigi è morto". Ma chi è questo Luigi? Questo è l'inizio di una giornata tragicomica con medici sadici, suore invadenti, una star dell'hip-hop in un ambiente speciale, la domanda di come riuscire a far sorridere la sua fidanzata, e l'incontro con la madre che sta vivendo la sua seconda primavera con un artista che chiama “Performance” le sue opere. E poi di nuovo questo Luigi di cui non riesce a ricordarsi in nessun modo.

In cooperazione con l'Istituto Italiano di Cultura di Colonia.
Con il gentile supporto dell'Hotel Orangerie, Düsseldorf.

2018 -LA CICCIOLINA

Alessandro Melazzini è un artista che si dedica a temi di attualità servendosi di immagini e parole: italiano di nascita, ma residente in Germania, nei suoi documentari affronta questioni che toccano entrambi i Paesi. Inoltre lavora come pubblicista per quotidiani tedeschi e italiani (ad es. Il Sole 24 ore e Süddeutsche Zeitung). Lui stessi si definisce mediatore tra le culture dei due paesi e nell'ambito di manifestazioni cerca il contatto con il pubblico. A Düsseldorf viene con il suo ultimo film prodotto per ARTE: LA CICCIOLINA.

Introduzione: Joachim Manzin (Manzin – italienische Übersetzungen

Moderazione: Daniela Bacchini

Veranstaltung in Zusammenarbeit mit:

Italia Altrove e.V. 
Deutsch-Italienische Gesellschaft
Manzin. Italienische Übersetzungen

la-cicciolina
05.12.2018, 20:00
La cicciolina
Germania/Francia
2016
54 min
Alessandro Melazzini
OmU

Attori: Ilona Staller (Cicciolina), Michele Lo Foco, Filippo Ceccarelli, Marco Gregoretti, Gianfranco Spadaccia, Jeff Koons u.a.

In una carrellata biografica mette in luce il fenomeno Ilona Staller, in arte Cicciolina, ovvero l'icona della pornografia. Nata in Ungheria nel 1951, Cicciolina arriva con un matrimonio in Italia dove, degli anni 1970, diventa in breve un’icona pop del porno. Sfruttando la sua notorietà e la sua fama nel 1987 riesce ad entrare nel Parlamento italiano come deputata del Partito Radicale. Il fatto suscita enorme scalpore a livello internazionale e provoca grandi cambiamenti nei rapporti politici italiani anche se le iniziative di legge proposte da Cicciolina non sono provocatorie, ma piuttosto costruttive (protezione degli animali, tutela ambientale, situazione dei detenuti, ecc.). Attraverso un contatto di lavoro conosce Jeff Koons, lo sposa, fa un figlio con lui e lo ispira nelle sue opere, altamente quotate nel mercato dell'arte. Dopo breve tempo il matrimonio fallisce. Cicciolina si ritira dal mondo della pornografia, ma rimane attiva politicamente sulla scena internazionale.

Alla fine il film di Melazzini si pone la domanda se Cicciolina, che aveva concentrato la campagna elettorale sulla sua persona e sul suo talento per lo spettacolo, non abbia cambiato il modo di intendere i politici nell'opinione pubblica tanto da aprire la strada a un personaggio dei media e dello show come Berlusconi.

2016 - CLUB DEL CINEMA ITALIANO SPECIALE: WESTERN ALL’ITALIANA

Django, Sabata, Sartana. Qualsiasi cinefilo conosce le figure dei western all'italiana che rimandano all'epoca d'oro del cinema italiano. Le pellicole di Quentin Tarantino, Robert Rodriguez o John Woo riprendono questo filone della storia del cinema aggiornandolo. Il Club del Cinema Italiano segue le tracce di questo genere con quattro film.

cipolla-colt-1
25.09.2016, 16:30
Cipolla Colt
Italia/Spagna
1975
91 min
Enzo G. Castellari (come Enzo Girolami)
OmU

Attori: Franco Nero, Sterling Hayden, Martin Balsam, Emma Cohen, Leo Anchóriz, Romano Puppo

In questa commedia parodistica Franco Nero (“Django”) interpreta un coltivatore di cipolle che se la prende con un magnate del petrolio che mira alla sua terra e alla sua vita. Elementi della Commedia dell'arte e della Commedia all’italiana si coniugano con la tradizione dello slapstick. Il film ironizza la fase precedente di questo genere basata su una comicità sciocca e banale.

django-2
15.09.2016, 20:00
DJANGO
Italia/Spagna
1966
91 min
Sergio Corbucci
OmU

Attori: Franco Nero, José Canalejas, José Bódalo, Loredana Nusciak, Ángel Álvarez, Gino Pernice, Simón Arriaga, Giovanni Ivan Scratuglia

Nella lotta fra due gruppi di banditi si immischia uno straniero che trascina dietro a sé una cassa da morto contenente una mitragliatrice: Django. “Questo appassionante e brutale italo-western, caratterizzato da una struttura singolare, ebbe un tale successo commerciale da produrre una vera e propria valanga di Django”. (Filmdienst)

faccia-a-faccia-2
03.09.2016, 19:00
Faccia a faccia
Italia/Spagna
1967
112 min
Sergio Sollima
OmU

Attori: Gian Maria Volontè, Tomas Milian, William Berger, Jolanda Modio, Gianni Rizzo, Carole André, Ángel del Pozo

Un duello di altro tipo: Fletcher, preso come ostaggio dal bandito Bennet, comincia a prender gusto per la vita criminale, mentre il delinquente si rimette sulla buona strada. FACCIA A FACCIA, dopo la RESA DEI CONTI, è il secondo film di una trilogia ed è considerato uno dei più profondi tra i western all'italiana. Infatti si occupa di questioni come la relatività delle questioni morali in ambienti criminali.

la-resa-dei-conti
02.09.2016, 21:15
La resa dei conti
Italia/Spagna
1966
110 min
Sergio Sollima
OmU

Attori: Lee Van Cleef, Tomas Milian, Walter Barnes, Nieves Navarro, Gérard Herter, Maria Granada, Roberto Camardiel, Ángel del Pozo, Luisa Rivelli

Il cacciatore di taglie Corbett insegue Cuchillo, il presunto assassino di una ragazza. Quando, superate alcune avversità, finalmente lo trova, capisce che è innocente e i due si mettono alla ricerca dei veri assassini. L'avvincente storia, gli ottimi attori e le eccezionali riprese del paesaggio fanno di questo film uno dei grandi classici di questo genere. La famosa colonna sonora - riutilizzata da Quentin Tarantino in BASTARDI SENZA GLORIA - è di Ennio Morricone.

2015 - FRANCO MARESCO - BELLUSCONE. UNA STORIA SICILIANA

La manifestazione doveva svolgersi in presenza del regista siciliano Franco Maresco che purtroppo si è ammalato e perciò ha dovuto cancellare il viaggio a Düsseldorf.

L'occasione è sia la presentazione del libro sulla sua attività cinematografica svolta assieme a Daniele Ciprì sia la proiezione del suo ultimo film.

Presentazione del libro di Sieglinde Borvitz: CONTROCORRENTE – DIE KRUDEN VISIONEN VON CIPRÌ UND MARESCO

Secondo la tesi di questo libro entrambi i registi rivelano i meccanismi della "governementalità" mediale in Italia alimentando un conflitto semiotico che riguarda la ripartizione politica del sensoriale, e cioè della nostra percezione.

belluscone
06.07.2015, 20:00
BELLUSCONE. UNA STORIA SICILIANA
Italia
2014
95 min
Franco Maresco
OmU

Sono i protagonisti bislacchi di Maresco che assicurano i voti a Berlusconi, chiamato in Sicilia semplicemente "Belluscone". Le strade di Palermo, nelle immagini di Maresco, appaiono come un mondo mafioso parallelo nel quale una mano lava l'altra, e dal quale non c'è scampo. Maresco mette in luce con tutta la sua spaventosa evidenza come funzioni il sistema della mafia nel suo piccolo.

2015 - UNA VITA TRANQUILLA

18.00 Uhr - Laura Garavini parla dei rapporti italo-tedeschi, della mafia e dell’Europa e invita a discuterne insieme.

Note biografiche:

Laura Garavini è nata il 23 luglio 1966 a Vignola (MO) e vive dal 1989 in Germania e in Italia. Nel 2007, assieme a noti ristoratori italiani, ha fondato a Berlino l’iniziativa "Mafia? No, grazie!“ . Nel 2008 è stata eletta nella Camera dei Deputati come rappresentante degli italiani residenti all’estero e dal novembre 2008 fino a marzo 2013 ha ricoperto la carica di presidente del gruppo parlamentare del Partito Democratico nella Commissione antimafia del Parlamento italiano. Nel 2013 si è ricandidata con successo nel collegio elettorale europeo. Dal marzo 2014 è presidente della Commissione per la lotta contro la criminalità organizzate a livello europeo e internazionale. Attualmente presiede il Gruppo parlamentare per l’amicizia italo-tedesca.

Uno spettacolo speciale del Club del Cinema Italiano in cooperazione con la Società italo-tedesca e.V. Dante Alighieri.

una-vita-tranquilla
27.03.2021, 19:30
Una vita tranquilla
Italia/Germania/Francia
2010
105 min
Claudio Cupellini
OmU

Attori: Toni Servillo, Marco D'Amore, Francesco Di Leva, Juliane Köhler, Maurizio Donadoni, Alice Dwyer, Leonardo Sprengler

Un aspetto dei rapporti italo-tedeschi nella vita quotidiana di una famiglia: un ex mafioso ha fondato una famiglia in Germania, dove ha aperto un ristorante. Improvvisamente arriva il suo primo figlio dall’Italia che sconvolge il suo mondo.

2015 - IL CARATTERE ITALIANO. LA STORIA DI UNA GRANDE ORCHESTRA ITALIANA.

Il carattere italiano: un film sulla musica, un film nella musica.

Uno spettacolo speciale del Club del Cinema Italiano in cooperazione con la società italo-tedesca e.V. Düsseldorf - Dante Alighieri.

die-italienische-art
01.03.2015, 12:00
IL CARATTERE ITALIANO. LA STORIA DI UNA GRANDE ORCHESTRA ITALIANA
Germania/Italia
2013
100 min
Angelo Bozzolini
OmU

L’Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia suonerà il 3 marzo 2015 a Düsseldorf nella Tonhalle. Con due giorni di anticipo mostriamo questo documentario sulla storia dell’orchestra, dei suoi membri e della sua musica.

Mediante riprese attuali e pregiato materiale d’archivio la pellicola disegna un ritratto dell’Orchestra. Grazie al film lo spettatore vive da vicino i preparativi di un concerto, conosce i musicisti e la loro musica, condivide con loro sia l’attesa trepidante dell’esecuzione sia il sollievo e la gioia che provano dopo l’applauso finale del pubblico.

la-meglio-gioventu-10
22.03.2014, 17:00
La meglio gioventù
Italia
2003
366 min
Marco Tullio Giordana
OmU

10° anniversario: i maggiori successi del Club del Cinema Italiano

Darsteller: Alessio Boni, Luigi Lo Cascio, Jasmine Trinca, Adriana Asti, Sonia Bergamasco, Fabrizio Gifuni, Maya Sansa, Camilla Filippi, Valentina Carnelutti

In Germania è stato Edgar Reitz con il suo progetto HEIMAT a raccontare la storia del Paese in base alla biografia di persone le cui vite si intrecciano. In Italia l’impresa se l’è assunta Marco Tullio Giordana che ha realizzato questo film seguendo lo stesso concetto: iniziando dagli anni ’60, quelli del boom e della solidarietà, racconta le vicende della famiglia Carati a Roma per oltre 40 anni. In questo lungo periodo ogni membro della famiglia prende le sue decisioni fortemente influenzate dallo sviluppo politico del Paese. Il risultato è un quadro storico della società italiana con le sue contraddizioni, un quadro divertente, interessante e drammaticamente condensato, il cui valore è stato riconosciuto da oltre 20 premi nazionali e internazionali.

“Talvolta si afferma con leggerezza di non aver visto semplicemente un film, ma di aver fatto una vera e propria esperienza. Stavolta è vero”. (FAZ)

2014 - La meglio gioventù

10° anniversario: i maggiori successi del Club del Cinema Italiano nella sala Black Box - Kino im Filmmuseum Düsseldorf: un buon motivo per festeggiare!

All’inizio fu profetizzato ai due iniziatori Marisa e Joachim Manzin: “Non riuscirete a tener duro per più di tre anni!” Talvolta una previsione negativa aiuta a dimostrare il contrario. Perciò el nostro normale programma mensile riproponiamo i film che hanno avuto maggiore successo di pubblico in questi dieci anni (vedi rubrica: Programma)

L’anniversario, invece, vogliamo festeggiarlo di sabato con un film monumentale, relativamente recente, che si impegna a raccontare oltre 40 anni di storia d’Italia, dagli anni ‘60, quelli del boom, a quelli della stagnazione fino al 2003, anno di produzione del film.

Una pausa con una paella, il risotto alla spagnola con i frutti di mare, vino e bibite analcoliche (il tutto sponsorizzato da "Manzin, Traduzioni italiano-tedesco") permetterà di prendere fiato, sgranchirsi le gambe e scambiare impressioni con gli altri spettatori.

2012 - Puccini e la fanciulla

Il 16 settembre 2012 sarà ospite nella sala Black Box il regista italiano Paolo Benvenuti assieme a Paola Baroni. In Italia Benvenuti è noto per il suo particolare stile narrativo e il suo linguaggio visivo a sfondo storico culturale.

puccini-e-la-fanciulla
16.09.2012, 20:00
Puccini e la fanciulla
Italia
2009
78 min
Paolo Benvenuti, Paola Baroni
S

Senza dialoghi

Attori: Riccardo Moretti, Tania Squiliano, Giovanna Daddi, Debora Mattiello, Federica Chezzi

Mentre Puccini sta componendo l’opera “La fanciulla del West“, l’ambiente che frequenta è pervaso da intrighi e rapporti a sfondo sessuale che influenzano lui stesso e il suo processo creativo.

2011 - Retrospettiva Pier Paolo Pasolini

In febbraio e marzo 2011 il Filmclub 813 di Colonia e il Museo del Cinema di Düsseldorf (Black Box) tutti i cortometraggi e lungometraggi di Pier Paolo Pasolini, di cui ricorreva il 35° anniversario della morte il 2. November 2010. Con l'eccezione di SALÒ O LE 120 GIORNATE DI SODOMA che abbiamo già proiettato il 15.04.2010, ore 20:00.

leer
27.02.2011, 15:00
Le mura di Sana'a
Italia
1971/74
14 min
Pier Paolo Pasolini
OmU

Documentazione "in forma di un appello all'UNESCO" sull'architettura dei Sana'a, la capitale dello Yemen, che Pasolini aveva scelto per girare una sequenza poi tagliata fuori nella versione definitiva del DECAMERONE.

logomanzinlogoblackbox